sabato 27 dicembre 2008

Vacanza baiana per il Presidente Sarkozy e la moglie Carla Bruni


Dal sito www.agoranews.it ho preso questa notizia:


"Il Presidente francese e Carla Bruni hanno trascorso le festività ad ammirare la schiusa delle uova delle tartarughe sulla spiaggia di Itacarezinho

Un modo insolito di trascorrere il Natale che mobilita le spiaggia di Bahia. Sì, perchè Sarkozy e sua moglie Carla Bruni hanno scelto di trascorrere le feste in tenuta sportiva, mescolandosi ai turisti sulla spiaggia di Itacare, a 430 km a sud di Salvador de Bahia.

A rivelarlo, i media brasiliani che hanno descritto la coppia presidenziale tutta intenta ad osservare la schiusa delle uova di tartarughe e poi a bagnarsi i piedi nelle acque del mare. I due, inoltre, hanno passeggiato a lungo sotto lo stretto controllo della fregata marina, a discapito di tutti i pescatori del luogo che hanno dovuto desistere dal loro proposito.

Per il Veglione, invece, il Presidente e la prima donna dell'Eliseo hanno riservato una sala dell'Hotel per degustare in tutta tranquillità il "peru assado", tipico piatto di Natale brasiliano. E infine, jogging, per mantenersi in forma e per godersi un sano relax.

Secondo le stampe locali, la coppia resterebbe tra i suggestivi colori di Bahia fino al 29 dicembre. Assieme a loro, anche Maurizio Remmert, padre naturale della Bruni, da tempo stabilitosi a San Paulo per affari, e il figlio della ex top model, il piccolo Aurelien." articolo originale

Sono stato ad Itacaré ed è veramente un posto carino, molto adatto ai patiti del surf, comunque lo consiglio a tutti!

Jacopo

mercoledì 24 dicembre 2008

Sposarsi a Salvador da Bahia: scopri i contatti per organizzare un matrimonio indimenticabile!


Qui di seguito trovi i contatti che io e Daniela abbiamo usato per organizzare il nostro matrimonio a Salvador da Bahia in Brasile.

Poichè mi sono trovato molto bene con queste persone sia a livello qualità-prezzo che a livello umano, ho deciso di pubblicare i loro recapiti anche per aiutare i miei connazionali e non, che si sposano a Salvador, a trovare delle persone affidabili a cui affidare la propria festa di matrimonio.

Eccoli qua:
  1. Musica ed illuminazione ETROS
  2. Fotografia BAHIA PIXEL
  3. Buffet ANTONIO COSTA tel 0055-71-33866762/33862599
  4. Spazio per la festa VILLAS EVENTOS rua Juracy Magalhães 38, Lauro de Freitas, Bahia

Ciao a presto!

Jacopo

Hai bisogno di contattare l'Air Europa o la Tap Portugal? Ecco i numeri di telefono e gli indirizzi email

Qui di seguito troverai i numeri di telefono utili delle due compagnie aeree che operano maggiormente nel nord-est del Brasile, la Tap Portugal e l'Air Europa.
Per l'Air Europa ho inserito anche i contatti per Salvador da Bahia in Brasile.


Tap Portugal:

- Prenotazioni passeggeri tel 0269682334 (consigliato a chi vuole prenotare il proprio posto in aereo prima di partire);
- Sede Milano, Viale Doria Andrea, 5 - tel 02676221 fax 026762229;
- Aeroporto Fiumicino tel 06 65010391;
- Sito http://www.flytap.it/

Air Europa:

- Sede Milano, via Leopardi, 1 - tel 0289071767 fax 0289071769

commerciale commerciale.italia@air-europa.com
gruppi gruppi@air-europa.com
booking booking.italia@air-europa.com
biglietteria tkt.milano1@air-europa.com e tkt.milano2@air-europa.com
informazioni info.italia@air-europa.com
sito www.aireuropa.com

- Sede di Salvador da Bahia tel 55(71)3347-8899, Fax: 55 (71) 3345-6464
Rua Rio Grande do Sul, 332 - Torre Ilha da Madeira, 2º piano, sala 202/204 - Pituba
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 09h alle 18h

AEROPORTO DE SALVADOR:
Telefono: 55 (71) 3204-1681, Fax: 55 (71) 3252-6954
Martedì/Giovedì/Sabato: 18h às 23h
Lunedì/Mercoledì/Venerdì - chiuso

Per info prenotazioni:
roberta@aireuropa.com.br
eliene@aireuropa.com.br
alexandra@aireuropa.com.br

Informazioni sul bagaglio:
ll.ssa@swissport.com.br
Telefono: 55 (71) 3204-1610

Suggerimenti, commenti o reclami:
atencaoaocliente@aireuropa.com.br


Un saluto a presto!

Jacopo

giovedì 11 dicembre 2008

Viaggiare Sicuri Brasile: avviso del 09.12.2008


Dal sito Viaggiare Sicuri, ecco l'ultimo avviso che riguarda in particolare le alluvioni che hanno colpito lo stato di Santa Catarina nell'ultimo periodo:

"Si segnala che nello Stato di Santa Catarina, a causa delle forti e ininterrotte piogge cadute nelle scorse settimane, si sono verificati straripamenti di fiumi, inondazioni e frane, che hanno provocato numerosissime vittime e danni particolarmente ingenti in una vasta regione. Particolarmente colpita è stata la valle del fiume Itajaì.
Attualmente la pioggia è considerevolmente diminuita, e in alcune areee cessata. Tuttavia le zone colpite permangono coperte da fango e detriti e l'enorme quantità di precipitazioni concentratasi nella regione fa sì che le condizioni del terreno rimangano precarie; continuano a registrarsi frane e smottamenti che a volte finiscono con il bloccare le vie di comunicazione da poco ripristinate, rendendo anche più difficili e pericolose le operazioni di soccorso alla popolazione; gli sfollati sono in numero elevatissimo.
Le Autorità di Santa Catarina, aiutate da quelle federali e degli altri Stati, stanno lavorando intensamente per soccorrere le popolazioni più danneggiate e ristabilire in tempi rapidi condizioni di vita accettabili. Le preposte Autorità hanno comunque tenuto a sottolineare che le principali località turistiche della costa non sono state direttamente colpite dalle alluvioni.

Negli ultimi tempi sono aumentati episodi di criminalità comune (furti, scippi e numerosi casi di aggressione a mano armata) e di violenza generalizzata anche a danno dei turisti in tutte le principali città del Paese ed in particolare a Rio de Janeiro (compresi i quartieri residenziali quali Ipanema, Copacabana e Leblon). Si raccomanda ai connazionali di adottare, durante la permanenza, la massima prudenza."

Saluti

Jacopo

Il Brasile destinazione principale nel 2009


Dal sito GuidaViaggi Business:

"Viaggi d’avventura: per il 2009 la destinazione top è il Brasile

A dirlo il National Geographic Adventure


Il Brasile è stato recentemente premiato dalla rivista National Geographic Adventure come Best of Adventure per le destinazioni turistiche d’avventura per il prossimo anno. Ogni anno gli editori della pubblicazione selezionano tutti quei luoghi che considerano “top” per affrontare un viaggio all’insegna dell’avventura. Quest’anno sono stati solamente due i Paesi scelti, e il Brasile è uno di questi. Embratur ha recentemente lanciato negli Stati Uniti e in altri Paesi dell’America e dell’Europa la nuova campagna pubblicitaria Brasil Sensacional, che si pone l’obiettivo di promuovere il Brasile all’estero sulla scia della fase di stabilità economica e politica che il Paese sta vivendo. La nuova campagna presenta tutta la diversità del Brasile con l’intento di far conoscere al turista un Paese ricco di storia, cultura, natura e molto altro." articolo originale

Saluti

Jacopo

sabato 6 dicembre 2008

I fazendeiros americani emigrano in Brasile


Ecco un interessante articolo che ho trovato sul sito AffarItaliani.it:


"Agricoltura/ Gli Usa alla conquista del Brasile

Piu' o meno 150 anni fa lasciavano il Mid West, Kansas, Kentucky, Iowa a bordo di carri coperti trainati da buoi o da muli o cavalli. Andavano verso l'Eldorado della California attraversando 3mila chilometri di terra bruciata, le Montagne Rocciose, con indiani pronti ad attaccare, serpenti velenosi, siccita', enormi tempeste di neve nel Colorado: cento giorni di inferno. Oggi i pronipoti dei pionieri lasciano il Mid West a bordo di jet, giungono in poche ore a destinazione dove li aspetta un pick up fabbricato proprio per i terreni difficili. La destinazione? L'Eldorado del Brasile. Sono i nuovi pionieri degli Stati Uniti che lasciano la loro patria - cosi' come fecero i loro antenati - ed emigrano nel Sud America, in quel Brasile ancora poco conosciuto e soprattutto ancora tutto da sfruttare.

Certo non si tratta di un esodo, solo alcune migliaia per ora; uomini dai 25 ai 35 anni,stanchi di lavorare la terra in America dove "non e' piu' possibile guadagnarsi da vivere". Il giovane agricoltore che si ribella non ne puo' piu' perche' per molti l'agricoltura americana e' ormai nelle mani di grossi trust. Cosi' vanno in Brasile, nazione descritta da molti come "il vero futuro" dell'agricoltore. Sognano di creare "fazenda Kansas" o "fazenda Iowa".

Laggiu' troveranno enormi distese di terreno incolto che potranno acquistare per 750 dollari all'acro (0,4 ettari), quando negli Stati Uniti, invece, 1 acro costa 5000 dollari. Cotone e soia sono i principali prodotti che coltiveranno: sanno che il Brasile esporta piu' soia degli Stati Uniti e che il costo per produrre cotone laggiu' e' inferiore del 61% rispetto all'America.

Tuttavia si accorgeranno anche di non essere piu' nel Kansas o nel Minnesota o in Nebraska; vagabondi, ladri sono un po' dappertutto, soprattutto nelle aree agricole, pronti ad arricchire le loro borse con il denaro delle fazende dell'hombre blanco, del gringo del Nord. Si accorgerano anche che in quelle regioni esiste ancora il lavoro da schiavi. E se i loro bisnonni dovettero affrontare incredibili ostacoli, oggi sara' altrettanto, pero' terranno duro, proprio come i giovani del 1800. Sanno che si trovano in una regione in grande sviluppo e che un giorno non molto lontano il Brasile prendera' il posto degli Stati Uniti come il piu' grande produttore agricolo del mondo. Sanno anche che il Brasile e' il numero uno nel mondo per la produzione di caffe', frutti tropicali, zucchero ed etanolo ottenuto dalla canna da zucchero.

Ma non e' tutto. Il Brasile ha una mandria di 170 milioni di capi di bestiame, la piu' grande che esista nel mondo. Successo del Brasile? Diciamo piuttosto sconfitta degli Stati Uniti che hanno permesso negli anni la formazione di enormi trust capaci di "affondare" i giovani agricoltori americani. Dicono i giovani del Mid West: qualcosa dovra' cambiare in America se non vogliamo assistere a un dissanguamento delle forze agricole." articolo originale

Un saluto a presto!

Jacopo

mercoledì 26 novembre 2008

Le piogge e le inondazioni colpiscono il sud del Brasile

L'articolo che trovi qui di seguito l'ho preso nel sito blog.panorama.it:

"Le inondazioni mettono in ginocchio il Brasile

Una pioggia così qui non l’abbiamo mai avuta. Tutto, ho perso tutto ma ricominceremo, ce la faremo”. Maria Osania de Chaves ha solo 30 anni ma le lacrime che le cadono copiose sulle guance, mentre parla con il giornalista della tv Record, la fanno apparire molto più vecchia dell’età che ha. Da due giorni è sfollata dalla sua casa di Nova Trento ma, nonostante tutto, non perde la speranza mentre abbraccia i suoi due figli più piccoli. Come Maria, solo nello stato di Santa Caterina, nel sud del Brasile, altri 52.318 abitanti sono stati costretti a scappare dalle loro case. In tende e da parenti e amici i più fortunati, semplicemente all’addiaccio la gran maggioranza. Il motivo del disastro che li ha costretti alla fuga è la pioggia che da mesi sta cadendo, incessante e continua, nella parte meridionale del Brasile, tradizionalmente la più organizzata. Oggi, questo angolo paradisiaco di Brasile è in ginocchio, sommerso dall’acqua.

“Le persone che hanno subito danni sono oltre un milione e mezzo e se continuerà a piovere sarà la fine”, ha detto con il groppo in gola Luiz Henrique Silveira (PMDB), governatore di Santa Catarina. Che poi spiega il perché del disastro: “Quattro mesi di pioggia battente, senza sosta, che sta sciogliendo la terra mentre le case stanno franando. Abbiamo 7.300 sfollati in luoghi pubblici d’accoglienza. È il disastro più grande mai visto da queste parti”.

Alle 10.30 di martedì mattina, la Protezione Civile brasiliana ha diramato l’ultimo bollettino di questa tragedia per la quale il presidente brasiliano Lula ha deciso di proclamare un minuto di stop in tutto il paese, un minuto di silenzio in solidarietà con le vittime che, al momento, sono 65 ma – assicurano gli esperti – sono destinate ad aumentare di molto perché otto comuni non sono neanche ancora stati raggiunti dai soccorsi via elicottero. São Bonifácio, Luiz Alves, São João Batista, Rio dos Cedros, Garuva, Pomerode, Itapoá e Benedito Novo i comuni completamente isolati, mentre quattro hanno proclamato la pubblica calamità (Gaspar, Rio dos Cedros, Nova Trento e Camboriú) e sette quello di emergenza (Balneário de Piçarras, Canelinha, Indaial, Penha, Paulo Lopes, Presidente Getúlio e Rancho Queimado).

Tra l’altro sino a mercoledì la pioggia non è destinata a diminuire d’intensità e, dunque, le strade, compresa la nazionale BR101 che collegano tramite la costa orientale, il sud con San Paolo e il nord del paese, sono interrotte da frane. Florianopolis, città balneare che rappresenta il buen retiro di molti paulisti e turisti stranieri, è isolata via terra e anche negli stati meridionali di Paranà e Rio Grande do Sul (oltre che in alcune zone del Paraguay) è stata proclamata l’emergenza causa pioggia. Intanto continuano ad affluire verso lo stato di Santa Catarina ogni sorta di aiuti – dalle medicine alle tende inviate per ordine diretto del presidente Lula – soprattutto grazie all’intervento della Protezione Civile e del genio militare che sta prestando soccorso tramite l’unico mezzo possibile in questi casi, ovvero l’elicottero." articolo originale


Qui di seguito alcuni video che testimoniano la forza impressionante dell'acqua:








Jacopo

lunedì 24 novembre 2008

Il Brasile e la crisi mondiale


Questa notizia l'ho trovata sul sito www.fondionline.it, riguarda il Brasile e le soluzioni che il presidente Lula ha deciso di adottare per poter minimizzare gli effetti di questa crisi mondiale.

L'articolo:


"Il Brasile è pronto a spegnere il fuoco

A cura di Rocki Gialanella

I fondamentali continuano a sostenere il paese sudamericano. Non ci dovrebbe essere recessione, ma l’indice Bovespa ha sofferto molto negli ultimi mesi

Il Brasile è una delle realtà emergenti che ha resistito meglio all’arrivo della crisi economica mondiale, anche se non ha potuto evitare del tutto la tempesta. Il presidente Luis Ignacio Lula da Silva e il suo governo hanno cercato in un primo momento di minimizzare gli effetti della crisi, sostenendo che il nuovo scenario avrebbe soltanto sfiorato il paese. Non è stato così.

Quando Lula si è convinto che gli effetti della crisi planetaria avrebbero iniziato a colpire duro il proprio paese, soprattutto a causa delle restrizioni nel mercato del credito, si è mosso con estrema rapidità per cercare di spegnere le fiamme. L’Esecutivo ha approvato una serie di misure tese a minimizzare gli effetti della crisi e due progetti di legge che sono entrati in vigore già prima di essere discussi in Parlamento.

I vertici di Brasilia si sono dovuti arrendere dinanzi all’evidenza dei numeri: le imprese brasiliane quotate alla Borsa di S.Paolo (indice Bovespa) hanno accumulato perdite, da inizio anno e fino allo scorso 24 ottobre, ammontanti a 300.000 milioni di euro (dato che si traduce in un ridimensionamento del 50% del livello di capitalizzazione).

Il settore delle costruzioni è stato il più penalizzato con un calo del 72,3% del suo valore di mercato, seguito da quello della carta e della cellulosa con una perdita del 67,7% nello stesso periodo. Un altro settore duramente colpito dalla crisi è stato quello finanziario-assicurativo, seguito a ruota da quello delle compagnie minerarie. Il settore meno influenzato è stato quello delle telecomunicazioni, che ha limitato le perdite al 23%.

Delle due misure approvate con carattere d’urgenza, la prima riguarda l’ampliamento dei poteri della Banca Centrale. Questo provvedimento ha trovato l’appoggio del Parlamento, seppur con qualche strascico polemico su alcuni punti. Uno dei punti di frizione ha riguardato una misura che ricalca le orme dei provvedimenti approvati dal Governo britannico e che permette, tra le altre cose, alla Banca Centrale e alla Cassa Economica Federale di acquistare banche private, compagnie assicuratrici e finanziarie. Entrambe potranno liberamente aprire nuove sussidiarie. Allo stesso tempo, la Banca Centrale potrà realizzare operazioni di swap con gli istituti centrali degli altri paesi. L’opposizione ha promesso battaglia in Parlamento su entrambe le misure.

Nonostante ciò, il Brasile continua ad essere uno dei paesi in via di sviluppo meglio preparati per affrontare il rallentamento dell’economia mondiale. Fino a questo momento non si sono verificati casi di fallimento di istituti di credito, tuttavia, gli effetti stanno cominciando a sortire qualche effetto sul tasso di crescita del Pil: per il 2008 non si arriverà all’atteso 5% ma dovrebbe attestarsi al 2,5%. Pertanto, la decelerazione non dovrebbe sfociare in una recessione. I fondamentali dell’economia continuano ad essere solidi: le riserve di valuta estera ammontano a 200.000 milioni di Usd, le esportazioni sono estremamente diversificate (e dipendono solo per il 20% dagli Stati Uniti). " articolo originale qui

Ciao a presto!


Jacopo

mercoledì 12 novembre 2008

Orkut, il social network di successo in Brasile


Qui in Italia non è molto conosciuto ma in Brasile è famosissimo, si anche più famoso di FaceBook. Il suo nome è Orkut (sembra sia il cognome del suo inventore turco) e se il tuo grande desiderio è conoscere e stringere amicizia con ragazzi o ragazze brasiliani, questo è il posto giusto.


I brasiliani lo usano moltissimo e non solo per cercare la dolce metà ma anche e soprattutto per tenersi in contatto con parenti, amici, colleghi di lavoro, compagni di scuola, ecc.


Se hai già un account Gmail è tutto molto semplice, perchè Orkut è un prodotto della piattaforma di Google, quello che segue è il percorso per trovarlo con la casella di posta di gmail aperta: ALTRO in alto nella pagina/COMUNICA, MOSTRA, CONDIVIDI/ ORKUT.


Se non hai un account gmail non ci sono problemi, puoi sempre iscriverti a questa pagina: http://www.orkut.com/


L'utilizzo, dopo le prime volte, si rivela molto semplice ed intuitivo, è possibile inserire foto, filmati, mandare messaggi pubblici ed anche in privato, creare comunità e molto altro.
Di solito quando conosci un brasiliano o una brasiliana le due domande classiche, chiaramente se gli hai fatto una buona impressione, sono: quale è il tuo indirizzo in messenger? Ce l'hai Orkut?

Un saluto a presto e un grazie a tutte quelle persone che mi scrivono, ciaooo!


Jacopo

venerdì 7 novembre 2008

Ti piace giocare a golf? A Bahia in Brasile hai questa possibilità

Nello stato di Bahia sono presenti quattro dei migliori campi da golf del Brasile e sono situati tutti in strutture alberghiere che hanno come cornice luoghi paradisiaci del litorale baiano. Eccoli elencati qui di seguito:



Tutti i campi hanno 18 buche e rispondono ai requisiti internazionali che ha lo sport del golf.

Questo Fbgolfe.Com.Br è il sito della Federazione Baiana di Golf (Federação Baiana de Golfe)

Ciao a presto!

Jacopo

(foto del Terravista Golf Course presa dal sito www.fbgolfe.com.br)

mercoledì 5 novembre 2008

Come funziona il vaccino della febbre gialla e tanti preziosi consigli sanitari prima di viaggiare per il Brasile

Questa notizie l'ho presa dal sito http://www.saluter.it/ ed ho deciso di postarla perché molte persone mi scrivono per chiedermi informazioni per quel che riguarda la febbre gialla ed il Brasile:

"La vaccinazione è praticata su richiesta del cittadino, in previsione di viaggi internazionali. La vaccinazione è raccomandata per i viaggiatori che si recano nelle regioni equatoriali dell’Africa e dell’America meridionale, dove la malattia è endemica. Alcuni di questi Paesi la richiedono obbligatoriamente a tutti i viaggiatori per il visto di entrata.La vaccinazione consiste in un’iniezione nella parte alta del braccio e può essere praticata a partire da 6 mesi di vita. La vaccinazione deve essere eseguita almeno 10 giorni prima della partenza, viene quindi rilasciato un certificato internazionale che ha validità legale, a partire dal decimo giorno dopo la vaccinazione, per almeno 10 anni.Possono comparire lievi disturbi nel sito di iniezione (rossore, gonfiore, dolore). Inoltre, dopo 5-12 giorni dalla vaccinazione, possono comparire febbre, cefalea e dolori muscolari (secondo alcuni studi nel 10% dei casi).Le controindicazioni a questo vaccino sono: allergia alle proteine di pollo o dell’uovo, gravidanza, età superiore ai 60 anni in presenza di patologie neurologiche e/o multi organo, stati di immuno depressione sia congenita che acquisita, patologie del timo, miastenia grave (malattia del sistema nervoso che provoca debolezza muscolare generalizzata), età inferiore ai 6 mesi.Per le donne in gravidanza ed i bambini di età inferiore ai 9 mesi, se il viaggio non è rinviabile, occorre un’attenta valutazione del rapporto rischio-beneficio.A tutti coloro che per motivi di salute non possono essere vaccinati viene rilasciato un certificato di esonero, in sostituzione del certificato internazionale di vaccinazione."

Ho trovato anche una utilissima guida del viaggiatore, con tante informazioni sanitarie utili per te che ti mette in viaggio ed è visualizzabile QUI , consiglio di consultarla.

Un altro sito che consiglio sempre di consultare prima di partire per il Brasile è ViaggiareSicuri.It , è aggiornato costantemente e la sezione "avvisi particolari" ci avverte se ci sono pericoli nel paese e quali sono. Ecco l'ultimo aggiornamento riguardante il Brasile:

"Avvisi particolari
Dal 13.10.2008 - Negli ultimi tempi sono aumentati episodi di criminalità comune (furti, scippi e numerosi casi di aggressione a mano armata) e di violenza generalizzata anche a danno dei turisti in tutte le principali città del Paese ed in particolare a Rio de Janeiro (compresi i quartieri residenziali quali Ipanema, Copacabana e Leblon). Si raccomanda ai connazionali di adottare, durante la permanenza, la massima prudenza."

Ultima cosa, ma non meno importante, prima di partire sia per il Brasile che per qualsiasi altra destinazione, consiglio di registrarsi al sito http://www.dovesiamonelmondo.it/ :

"Perché Registrarsi
Grazie alla registrazione del tuo viaggio, l'Unità di Crisi può stimare in modo più preciso il numero dei connazionali presenti in aree di crisi, individuarne l'identità e pianificare gli interventi di assistenza qualora sopraggiunga una grave situazione d'emergenza."


Ciao a presto!

Jacopo



(foto presa dal sito pousadamacaia.com.br)

sabato 1 novembre 2008

Dove mangiare a Salvador: "Quattro Amici Pizzeria"


La pizzeria si trova a Salvador, Bahia - Brasile, nel quartiere di Barra. E' situata in una casa risalente al XIX secolo ed ha ancora, al suo interno, una parete che conserva la struttura coloniale.

Nel menù si possono trovare ben 46 tipi di pizza. La pasta fatta in casa è la solita che viene usata per la preparazione della pizza. Alcuni suggerimenti: il pane di lingüiça calabresa e provolone a R$ 3,90; la pizza agridoce con melanzana, parmigiano e mozzarella a R$ 26,90; la pizza chita (è dolce) con banana, canela, zucchero, mozzarella a R$ 24,90.
La pizzeria ha una cella climatizzata con 200 bottiglie di vino.

Indirizzo: Rua Dom Marcos Teixeira ,35 - 2ª travessa à direita da Marquês de Leão - Barra
Telefono: 3264-5999
Orario: 18h30/0h (lunedì a giovedì.); 18h30/1h (venerdì e sabato); e 18h/0h (domenica)
Fascia di prezzo: da R$ 26,00 a R$ 40,00
Carte di credito accettate: Visa, Mastercard, Dinners Club, American Express

Ciao a presto e buon appetito!

Jacopo

giovedì 30 ottobre 2008

Sito VistoBrasil


Ecco un commento che Dani ha lasciato nel blog riguardante il sito VistoBrasil:


"Oi, ciao Jacopo è da un po ti tempo che talvolta apro il tuo blog, lo trovo molto interessante per chi come me sta facendo un MONTE di pratiche per poter risiedere in Brasile, a proposito di ciò volevo informarti e spero di riuscire ad informare molti italiani che sono nelle mie condizioni di fare molta attenzione ad affidarsi alle cosiddette Agenzie specializzate in ottenimento di Visti in Brasile... io ho avuto (per mia ignoranza ammetto) una pessima esperienza con una di esse qui in Sao Paulo, VistoBrasil si chiama questa agenzia truffaldina che incassa il tuo denaro e non conclude nulla. Ti informo di questo perché tempo fa mi pare che proprio qui nel tuo blog qualcuno consigliava di rivolgersi a questa Agenzia Visto Brasil appunto. Comunque sto erudendomi velocemente e spero di scambiare esperienze con te in futuro. per ora ciao e complimenti per il blog. Dani Camallo"


Se qualcuno ha avuto altre esperienze dirette con questo sito lo invito a scrivermi così da poter confrontare le opinioni, anche perché io stesso ho segnalato qualche volta questo sito a chi mi chiedeva informazioni sui visti.


A presto!


Jacopo

mercoledì 15 ottobre 2008

Nautica: missione economica in Brasile


Copio ed incollo dal sito Unioncamere Emilia-Romagna :

Si sta definendo il quadro della missione economica in Brasile che l'azienda speciale SIDI-Eurosportello della Camera di commercio di Ravenna http://www.ra.camcom.it LuccaPromos e l'Istituto Nazionale per il Commercio Estero in collaborazione con altre Camere di commercio italiane organizzano dal 30 novembre al 6 dicembre 2008. L'iniziativa, che si colloca nell'ambito dell'intesa operativa ICE/Unioncamere Nazionale 2007, e’ rivolta a tutti gli operatori della filiera della nautica con particolare attenzione ai produttori di componentistica/accessoristica: la missione ha un taglio estremamente operativo poiche’ prevede visite e incontri con gli operatori brasiliani in cantieri nautici e aziende. Il gruppo che partecipera’ alla missione e’ quasi definito, ma e’ ancora possibile avere informazioni ed eventualmente aderire in questi ultimissimi giorni (a SIDI-Eurosportello Ravenna: Pina Macri’ - tel. 0544/481414 mailto:pina.macri@ra.camcom.it e all'ICE Roma Alessandra Vighetto - tel. 06/59926843 mailto:nautica@ice.it

Il programma è visibile cliccando QUI

Saluti!

Jacopo

venerdì 10 ottobre 2008

Musica brasiliana: Djavan - Se



Questo è il testo della canzone:

Você disse
Que não sabe "se não"
Mas também
Não tem certeza que "sim"...

Quer saber?
Quando é assim
Deixa vir do coração
Você sabe
Que eu só penso em você
Você diz
Que vive pensando em mim...

Pode ser
Se é assim
Você tem que largar
A mão do "não"
Soltar essa louca
Arder de paixão
Não há como doer
Prá decidir
Só dizer "sim" ou "não"
Mas você adora um "se"...

Eu levo a sério
Mas você disfarça
Você me diz à beça
E eu nessa de horror
E me remete ao frio
Que vem lá do sul
Insiste em "zero" a "zero"
Eu quero "um" a "um"...

Sei lá, o que te dá
Não quer meu calor
São Jorge, por favor
Me empresta o dragão
(Dragão...)
Mais fácil aprender
Japonês em braile
Do que você decidir
Se dá ou não...

Você disse
Que não sabe "se não"
Mas também
Não tem certeza que "sim"...

Quer saber?
Quando é assim
Deixa vir do coração
Você sabe
Que eu só penso em você
Você diz
Que vive pensando em mim...

Pode ser
Se é assim
Você tem que largar
A mão do "não"
Soltar essa louca
Arder de paixão
Não há como doer
Prá decidir
Só dizer "sim" ou "não"
Mas você adora um "se"...

Eu levo a sério
Mas você disfarça
Você me diz à beça
E eu nessa de horror
E me remete ao frio
Que vem lá do sul
Insiste em zero a zero
Eu quero um a um...

Sei lá, o que te dá
Não quer meu calor
São Jorge, por favor
Me empresta o dragão
Dragão!
Mais fácil aprender
Japonês em braile
Do que você decidir
Se dá ou não...

giovedì 9 ottobre 2008

Brasile: acquisto di una proprietà, aspetti legali


Acquisto da parte di stranieri
La Legge Brasiliana non distingue tra brasiliani e stranieri per quanto attiene alla proprietà
dell’immobile e ai diritti acquisiti su di esso con l’acquisto. Solo i governi stranieri non possono
possedere immobili o terreni se non quelli atti a ospitare la propria rappresentanza diplomatica in
Brasile. La norma è contenuta nella Costituzione della Repubblica Federale del Brasile, articolo 5,
paragrafo XXII.
Anche se non sono residenti, gli stranieri, in linea generale, hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri dei brasiliani. La sola formalità richiesta, nel caso di acquisto da parte di persone fisiche per uso strettamente personale, è l’ottenimento del CPF (Cadastro de Pessoa Física), un numero di identificazione personale necessario per ogni azione amministrativa come comperare un casa, una macchina o semplicemente stipulare un contratto di fornitura elettrica o del telefono e omologabile al codice fiscale italiano. E' anche possibile aprire il CPF dall'Italia.

Tutte le istruzioni e il modulo da compilare “on line” si trovano in: www.brasilemilano.it nella sezione servizi consolari – CPF. Dopo la compilazione, il modulo va stampato e consegnato alla rappresentanza diplomatica del Brasile in Italia (Ambasciata o Consolato) e il CPF dovrebbe arrivare entro 80 giorni.

Ulteriori informazioni si possono richiedere a:
consbras@consbrasroma.it (Consolato Generale del Brasile a Roma)
consolare@brasilemilano.it (Consolato Generale del Brasile a Milano)
Ottenere e mantenere il CPF implica che si dovrà presentare una dichiarazione dei redditi annuale; questo permetterà alle autorità di seguire l’evoluzione della proprietà e dei redditi da essa derivati.

Tratto dalla "Mini-Guida Immobiliare sul Brasile" scaricabile QUI

Brasile: trasferire denaro


Trasferire soldi in Brasile è facile ma se il trasferimento non avviene in modo corretto, può
comportare un’attesa di giorni o addirittura settimane. Si possono spedire dollari, euro o altre
valute. E’ importante che il ricevente abbia tutti gli elementi necessari per assicurarsi l’accredito sul proprio conto. Le pratiche di chiusura del cambio posso richiedere anche due o tre giorni. Per quanto riguarda le transazioni immobiliari, le banche spesso richiedono di motivare il trasferimento specificando in modo inequivocabile negli importi motivazione e causale.

Il trasferimento deve essere comprovato da un documento, un atto o un contratto.
Per esempio: visto che gli stranieri non sono autorizzati ad acquistare terreni in alcune particolari
zone, le banche, magari in attesa del comprovante, trattengono il denaro per lungo tempo.

Il maggior inconveniente di queste operazioni è costituito dal rischio legato alla chiusura del tasso
di cambio. Cifre consistenti possono soffrire alterazioni notevoli creando disagi, infatti, la chiusura
del cambio avviene in Brasile e non può essere prevista in modo preciso, poiché dal momento in cui viene inviato il denaro, al momento in cui viene ricevuto, ci possono essere variazioni sul tasso di cambio utilizzato.

Si consiglia quindi di valutare la possibilità di inviare una cifra leggermente superiore per ovviare a questo inconveniente. Data la forte variabilità delle commissioni applicate per il trasferimento
bancario, è consigliabile, consultare più istituti bancari sia dal ricevente in Brasile che mandante
estero. In percentuale le commissioni possono raggiungere addirittura il 10% del valore transato! E’ quindi buona norma contrattare la transazione prima di effettuarla.

Tratto dalla "Mini-Guida Immobiliare sul Brasile" scaricabile QUI

Brasile: conto Bancario per i non residenti


In Brasile non sono ammessi, per legge, conti correnti intestati a non residenti e questo può creare delle difficoltà. Sono solo ammessi conti (che non hanno le caratteristiche dei conti correnti), legati alla permanenza temporanea della persona in Brasile senza residenza e quindi legati al suo visto turistico. Inoltre tali conti devono essere estinti in concomitanza con l’uscita della persona dal paese. Nel caso in cui si costituisca una società in Brasile (composta anche con capitale di maggioranza straniero) invece, si può e si deve aprire un conto corrente.

Tratto dalla "Mini-Guida Immobiliare sul Brasile" scaricabile QUI

martedì 7 ottobre 2008

Offerte viaggio Brasile: Jericoacoara

Offerte viaggio Brasile: Recife voli e pacchetti

Noleggio auto Brasile: Maceio

Offerte viaggio Brasile: Maceio voli, lastminute, hotel, charter

Maceio voli charter offerte

Per visualizzare le offerte è molto semplice: CLICCA QUI e nella pagina che si apre seleziona VOLI CHARTER/destinazione BRASILE/le DATE/CERCA e ti si apriranno le offerte di voli charter, spesso lastminute per il Brasile

*Le offerte evidenziate con la formula PRIMO PREZZO, a fronte del prezzo vantaggioso, potrebbero subire variazioni sostanziali degli orari dei voli rispetto a quanto comunicato nel dettaglio dell'offerta stessa.


Noleggio auto Brasile: Natal


Al momento non ci sono offerte disponibili, ciao!

Jacopo

Offerte viaggio Brasile: Natal hotel

Mi dispiace ma per il momento non ci sono offerte interessanti solo hotel per Natal, visualizza altri voli e pacchetti per Natal CLICCA QUI.

Jacopo

Offerte viaggio Brasile: Natal voli, lastminute, pacchetti

Natal voli charter offerte

Per visualizzare le offerte è molto semplice: CLICCA QUI e nella pagina che si apre seleziona VOLI CHARTER/destinazione BRASILE/le DATE/CERCA e ti si apriranno le offerte di voli charter, spesso lastminute per il Brasile

Noleggio auto Brasile: Rio de Janeiro


Al momento non ci sono offerte disponibili, ciao!

Jacopo

Offerte viaggio Brasile: Rio de Janeiro voli e hotel



Se non hai trovato quello che desideri, usa il motore di ricerca voli qui sotto

Offerte viaggio Brasile: Fortaleza voli, lastminute, pacchetti, charter

Fortaleza voli charter offerte

Per visualizzare le offerte è molto semplice: CLICCA QUI e nella pagina che si apre seleziona VOLI CHARTER/destinazione BRASILE/le DATE/CERCA e ti si apriranno le offerte di voli charter, spesso lastminute per il Brasile



Vedi altre offerte interessanti qui sotto:

Noleggio auto Brasile: Salvador de Bahia


Al momento non ci sono offerte disponibili, ciao!

Jacopo

Offerte viaggio Brasile: Salvador de Bahia hotel

Mi dispicace ma per il momento non ci sono offerte interessanti solo hotel, visualizza altre offerte interessanti per Salvador da Bahia volo, lastminute, pacchetti CLICCA QUI.

Saluti

Jacopo

Offerte viaggio Brasile: Salvador da Bahia voli, lastminute, charter


Salvador da Bahia voli charter offerte

Per visualizzare le offerte è molto semplice: CLICCA QUI e nella pagina che si apre seleziona VOLI CHARTER/destinazione BRASILE/le DATE/CERCA e ti si apriranno le offerte di voli charter, spesso lastminute per il Brasile

*Le offerte evidenziate con la formula PRIMO PREZZO, a fronte del prezzo vantaggioso, potrebbero subire variazioni sostanziali degli orari dei voli rispetto a quanto comunicato nel dettaglio dell'offerta stessa




Vedi qui sotto altre offerte interessanti:

giovedì 25 settembre 2008

Il Brasile potenza continentale


Qui di seguito ho deciso di inserire un'interessante articolo trovato sul sito ToscanaPromozione e che parla, oltre della forza economica che il Brasile sta acquisendo a livello mondiale, dei ruoli di primo piano che,gli oriundi italiani hanno nella politica brasiliana:


"In un frangente contrassegnato, a livello globale, da forti timori di recessione, da scarso ottimismo delle borse internazionali e dalle problematiche legate all'inarrestabile aumento del prezzo del greggio, il Brasile è una delle poche nazioni che possono guardare al futuro con molte certezze di segno positivo e poche incognite. Ne parla un articolo pubblicato dall'AISE.

Il grande stato-continente sudamericano è ormai la nona potenza economica del mondo, è autosufficiente dal punto di vista energetico (grazie anche alla grande risorsa dei biocombustibili), ha un tasso di crescita che, se non ha fatto segnare i picchi registrati negli altri Paesi emergenti, ha oscillato mediamente intorno al 5% nell'ultimo quinquennio. Una percentuale che nel vecchio continente (in Italia le previsioni per il 2008 sono dello 0,8%) sarebbe già considerata un grande traguardo.

La crescita del Brasile, il contributo che ad essa danno ogni giorno dirigenti e politici di origine italiana, la possibilità di cooperare e la politica estera italiana: di questo Luiz Dulci, ministro della Segreteria generale di Lula figlio di emigrati mantovani ha parlato con Paolo Meneghini, autore di questo articolo pubblicato nel numero di settembre del Messaggero di Sant'Antonio edizione per l'estero, mensile diretto da Padre Luciano Segafreddo. Il debito estero, che solo nel 2002 era da Paese del Terzo Mondo, non solo è stato completamente azzerato, ma il Brasile ha già accumulato, in questi ultimi anni, miliardi di dollari di riserve, che costituiscono una solida garanzia per il futuro.

Anche dal punto di vista sociale, la nazione verdeoro sta andando con il vento in poppa. Con una serie di progetti mirati e di iniziative volte a superare i cronici problemi di alcune aree del Paese (povertà e scarsa scolarizzazione in primis), milioni di famiglie sono uscite dalle sacche di indigenza e hanno abbandonato la cosiddetta classe E, alla base della piramide sociale, tanto che la classe C conta oggi quasi 90 milioni di persone. L'aumentata capacità di spesa incentiva i consumi, e alimenta un volano virtuoso che contribuisce a far decollare l'economia nazionale.

Se ci fosse bisogno di ulteriori conferme, basta dare un occhio all'impressionante volume di scambi della Borsa di San Paolo la BOVESPA dove si negozia il 70% dei titoli di tutta l'America Meridionale.

Anche qui i numeri sono da record, come da record sono i grandi investitori stranieri, i quali, soprattutto nell'ultimo triennio, hanno dimostrato di riporre molta fiducia in questo Paese, grazie anche agli incoraggianti rapporti della società di rating Standard and Poor's. Insomma, quando l'economia va bene, gli effetti positivi si fanno sentire un po' in tutti i settori della società. Tutto gira per il verso giusto, anche se i problemi strutturali ancora da risolvere, in un Paese così immenso, rimangono tanti.

Tutto merito del Governo Lula? I maligni dicono che il presidente, ex sindacalista, riconfermato a furor di popolo nell´ottobre del 2006, è un uomo nato con la camicia. Che, cioè, egli abbia avuto la buona sorte di trovarsi nel posto giusto al momento giusto, arrivando a governare un Paese che stava crescendo naturalmente.

Ma il fenomeno-Brasile non può essere spiegato solo in questi semplicistici termini. Uno dei grandi meriti di Lula è certamente quello di aver saputo mettere in campo una squadra di Governo composta da esperti che, sebbene alla loro prima esperienza alla guida di un Paese, hanno dato dimostrazione di grande preparazione e capacità politico-programmatiche. L'aspetto interessante, per l'Italia, è che buona parte di questa squadra vincente è formata da ministri, alti funzionari e manager che hanno origini e molto spesso anche cittadinanza italiane.

Fra i nomi di spicco dell´entourage presidenziale c´è quello di Luiz Dulci, ministro della Segreteria generale, considerato uno degli uomini di fiducia del presidente Lula. Nato nel 1956 nel Minas Gerais, Dulci ha iniziato l'attività accademica subito dopo la laurea in lettere classiche, conseguita presso l'Università Federale di Rio de Janeiro. La sua passione per la politica lo ha visto, poco più che ventenne, fra i coordinatori dei primi grandi scioperi della Scuola. Con Lula, nei primi anni Ottanta, Dulci è stato tra i fondatori del Partito dei Lavoratori (PT), e da allora ha fatto ininterrottamente parte dell'esecutivo nazionale ricoprendo, fino al 2003, l'incarico di vice-presidente e segretario generale.

È lo stesso ministro a illustrarci, in un ottimo italiano, quanto pregnante sia la presenza di oriundi nei ruoli chiave del Paese. A partire dalla moglie del presidente, la signora Marisa, una parte non irrilevante dell'attuale compagine governativa brasiliana ha origini italiane ed è orgogliosa di averle: mi riferisco al ministro delle Finanze, Guido Mantega, che è nato a Genova; al capo di Gabinetto, Gilberto Carvalho, di origini mantovane; al presidente del colosso petrolifero pubblico Petrobrás, Sergio Gabrielli che, se non sbaglio, è di origini calabresi. E l'elenco potrebbe continuare con decine e decine di nomi. Io stesso sono figlio di un mantovano, emigrato in Brasile quando aveva 5 anni! Questa forte presenza a Brasilia di cognomi con chiara matrice italiana, non è passata inosservata. Ricordo che quando Lula fece il suo ingresso al Palazzo del Planalto, nel gennaio del 2003, i giornalisti notarono che almeno il 40 percento dei ruoli chiave era occupato da discendenti di emigrati italiani. Questo ha un grande significato prosegue il ministro perché parecchi di quelli che oggi guidano politicamente e amministrativamente il Brasile, conoscono molto bene l´Italia, alla quale sono legati da forti vincoli di amicizia, familiari, culturali.

Vincoli resi ancora più stretti perché hanno origine nel profondo dell'animo. Quello della Segreteria generale è un Ministero strategico, nella mappa del potere disegnata da Lula. Fra le competenze più importanti in capo al ministro Dulci, molte appartengono all'area dei rapporti internazionali e alla globalizzazione. Per questo, è proprio lui la persona più qualificata a spiegare come, questi forti legami fra Italia e Brasile, potrebbero tradursi in concrete azioni politiche ed economiche. Da quando ha assunto la guida del Paese, il presidente Lula ha ribadito in moltissime occasioni il suo interesse per l'Italia.

Al precedente presidente della Repubblica italiana, Ciampi, prima, e all'attuale presidente Napolitano, più di recente, Lula ha ricordato che il Brasile vorrebbe instaurare con l'Italia un rapporto privilegiato; un rapporto diverso e molto più intenso di quello che il nostro Paese intrattiene con le altre nazioni europee. Da esperto politico e abile diplomatico, il ministro Dulci evita di sottolineare che questi espliciti messaggi presidenziali sono stati finora inascoltati, anche se lascia intendere che da una decisa svolta nei rapporti bilaterali fra Italia e Brasile ne trarrebbe beneficio soprattutto il nostro Paese.

La miopia della politica italiana, che ha dato dei timidi segnali di risveglio solo nei due anni di governo del centro-sinistra, è stata evidente anche nell´ultimo viaggio a Roma di Lula, in occasione del vertice FAO del giugno scorso. A detta di molti osservatori politici, Lula è stato inspiegabilmente accolto con generale noncuranza (qualcuno ha parlato di gelo).

Eppure stiamo parlando del leader della più forte potenza emergente dell´emisfero occidentale. Intanto il ministro Dulci continua pazientemente a tessere, con il suo stile fatto di molta discrezione e poca appariscenza, proficui rapporti con altre realtà italiane. Nella seconda metà di giugno, ad esempio, è stato ospite della Festa della Cisl, a Levico Terme, dove ha parlato ai giovani della Confederazione ribadendo l'anti co patto di fratellanza con il sindacato italiano. Ma ha incontrato anche il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, al quale ha illustrato la strategia del governo brasiliano di diversificazione dei partner economici auspicando, ancora una volta, una crescita del ruolo dell'Italia.

È certo che si dovrà alla sua paziente opera se, come sembra, Lula in autunno sarà finalmente invitato in Italia dal premier Berlusconi. Sarebbe la sua prima visita ufficiale nel nostro Paese dopo sei anni di mandato presidenziale. Nonostante il Brasile con 30 milioni di oriundi, molti dei quali ai vertici del sistema politico ed economico sia il Paese più "italiano" del mondo, l'ultima visita ufficiale a Roma di un presidente brasiliano risale al maggio del 2002, con un presidente Cardoso a fine mandato; ma quel Brasile non era certo quello che Lula può presentare oggi.

Cinquantadue anni, più della metà dei quali trascorsi nell'impegno civile, sindacale e politico, Dulci riassume con queste parole la sua esperienza di governo: lavorare a stretto contatto con il presidente Lula, continua ad essere un'esperienza umana e politica affascinante. Certo, l'esercizio del potere in una grande società democratica è una cosa assai complicata perché le tensioni sono enormi. Ma è molto gratificante."


Un saluto a presto!


Jacopo

mercoledì 24 settembre 2008

In viaggio per il Brasile: portare denaro contante o prelevare sul posto?


Quando parto per il Brasile metto nel portafoglio poche centinaia di euro e le dimentico, voglio dire che quelle banconote sono per le emergenze. I soldi veri e propri che utilizzo per la vacanza le prelevo sul posto nelle postazioni bancomat (caixa eletrônico, vedi foto a destra).

Io, di solito, utilizzo il bancomat (la carta che fa solo bancomat, non quella che ha le due funzioni bancomat e carta di credito) per prelevare e la carta di credito per pagare il conto al ristorante, perché? Per il semplice motivo che, prelevando (anticipo contante) con la carta di credito sei soggetto al 4% di commissioni, con la carta bancomat la metà, il 2% (almeno queste sono le mie condizioni bancarie).

Pago al ristorante con la carta di credito perché ho appurato che il cambio applicato non è male, vedo subito quanto spendo (ho l'avviso SMS e sono registrato al sito), è pratico e non ho bisogno di riempirmi le tasche di denaro contante rischiando poi di vedermeli portare via.

In Brasile si incontrano spesso le postazioni bancomat e di varie banche, però quello che ho potuto constatare è che il limite giornaliero non è per tutte uguale. Per esempio a me succedeva che prelevando al Banco do Brasil o al Bradesco mi diceva che il massimo erano 600 reais mentre all'HSBC era di 1000 reais, questo penso sia un'impostazione che ciascuna banca si da a prescindere da quanto è il cambio euro-real, poi sicuramente dovrai verificare quanto è il tuo limite giornaliero.

Consiglio, quando vai a prelevare, prendi sempre il massimo di soldi che ti è consentito così ammortizzi meglio le commissioni e risparmi sulle stesse perché andrai a prelevare meno volte. Per scoprire quanto puoi ritirare al bancomat fai le prove, per esempio digitando sul tastierino mille reais a scendere fino a quando ti consentirà l'operazione ed erogherà il denaro.

Utile è anche avere con se la carta prepagata e vale tutto quello che ho detto sino ad ora per il bancomat normale.

Ricordati che ti è permesso prelevare fino alle dieci di sera (sembra che venga fatto così per evitare le rapine) al caixa eletrônico dopodiché non ti sarà più permesso entrare (penso che le postazioni hanno la chiusura temporizzata delle porte); potrai prelevare al Banco 24horas (si chiama anche "Dia e Noite") che come dice la parola è sempre attivo solo che secondo la mia opinione paghi delle commissioni in più, in sostanza è meno conveniente.

Per la tua sicurezza ricordati sempre di stare attento quando vai a prelevare, evita posti isolati, meglio all'interno dello shopping dove ci sono anche i Segurança (vigilantes), copri la mano quando digiti il codice e guardati intorno assicurandoti che non ci siano persone dall'atteggiamento sospetto.
Colgo l'occasione per ringraziare tutti quelli che mi scrivono e che lasciano commenti nel blog, mi fa molto piacere e sono felice che questo possa essere un luogo di scambio di opinioni e di esperienze riguardanti il Brasile e tutto quello che gli ruota intorno. Ciao a presto!
Jacopo

venerdì 12 settembre 2008

Missione in Brasile: settore immobiliare


Volevo segnalare oggi questa interessante missione in Brasile che tocca il settore immobiliare e chi vuole investire in immobili in questo paese:


LUOGO: San Paolo, Maceiò, Salvador de Bahia, Litorale di Bahia
PERIODO: 25 Settembre - 4 Ottobre 2008

Il mercato immobiliare in Brasile offre oggi interessanti opportunità agli investitori stranieri.
OSMI Borsa Immobiliare e Promos organizzano incontri d'affari dal 25 settembre al 4 ottobre, in occasione del Salao Imobiliario di San Paolo, e visite ad alcune tra le aree più importanti per il turismo italiano.

La celebre rivista statunitense Forbes nel 2006 ha collocato il Brasile ai primi posti nella classifica dei Paesi cheoffrono le migliori opportunità di investimento immobiliare.
Esistono quindi valide opportunità per investitori, costruttori, sviluppatori e operatori immobiliari in genere.
Grazie al Bando Internazionalizzazione promosso dal sistema camerale e da Regione Lombardia, le aziende lombarde potranno ottenere un contributo, sotto forma di voucher, di € 2.000,00 a parziale copertura della quota di partecipazione.
Per manifestare il proprio interesse a partecipare alla missione, invia la scheda di interesse (nella scheda puoi visualizzare anche il programma della missione) via fax al n.02 8515 4148 (att. Simona Franco).

Questa è un'opportinità imperdibile per chi vuole investire in immobili in Brasile!

Ciao a presto!

Jacopo

L'Azienda Brasile lancia la sfida


Quest'articolo l'ho preso dal sito del Sole24Ore:


SAN PAOLO - Per gli esperti di Boston consulting non ci sono dubbi: occorrerà abituarsi alla concorrenza della globalità. Ma non si tratta solo di India e Cina, la sfida ormai non conosce fusi orari. E persino dagli eterni Paesi in via di sviluppo, come da mezzo secolo è il Brasile, emergono campioni aziendali che non si accontentano più di un mercato che sfiora i 200 milioni di consumatori. Nel recente studio "Globality", Boston consulting ha individuato 13 società che potrebbero dare del filo da torcere anche alle più paludate aziende occidentali. Alcune, per le caratteristiche del loro business, già lo fanno. Altre al momento guardano ai Paesi confinanti, ma non nascondono di coltivare progetti più ambiziosi.Mentre il Pil cresce, senza strappi, al ritmo del 4-5% all'anno, la moneta si rafforza e l'inflazione decresce, il Brasile si è appena conquistato lo status di investment grade da parte delle agenzie di rating internazionali...continua a leggere
- Brasile super potenza mondiale lo sarà o forse lo è già, tu cosa ne pensi?
- Questa crescita economica contribuirà anche a risolvere i problemi sociali interni al paese o le amplificherà?
Aspetto i tuoi commenti, ciao!
Jacopo

mercoledì 10 settembre 2008

Investire in immobili in Brasile: scarica la mini - guida gratis


Ecco per te che vuoi investire in immobili in Brasile la preziosissima "Guida all'investimento immobiliare in Brasile" realizzata da Promos in collaborazione con Secom e disponibile per il download gratuito su RapidShare oppure su DivShare .

Un saluto a presto!

Jacopo

martedì 26 agosto 2008

Racconta la tua esperienza in Brasile!


Se hai fatto un viaggio in Brasile, se hai vissuto delle esperienze indimenticabili in questo magico paese oppure hai aneddoti o consigli che vuoi condividere con gli amici di questo blog, allora che aspetti raccontaci tutto!
Lascia la tua testimonianza nell'area commenti di questo post!

Jacopo

Ti piace la musica brasiliana?


Se sei un patito di musica brasiliana ti consiglio di visitare questo sito Radios.Com.Br dove hai la possibilità di scegliere, dal menù a finestra (formato nacional), tra tantissimi generi le migliori radio brasiliane in maniera semplice, veloce e molto intuitiva. Buon ascolto e a presto...scusami vuoi sapere alcune radio consigliate: TransAmerica FM, Piatã FM, Jovem Pan FM, Globo FM, Objetiva Sat.

Ciao a presto!

Jacopo

martedì 12 agosto 2008

Dizionario Italiano - Portoghese (Brasile) Online


Ecco un altro utile strumento per approfondire la conoscenza della lingua portoghese, il dizionario online italiano - portoghese e lo puoi trovare cliccando QUI

Ciao a presto!

Jacopo

Per chi vuole prendere un prestito in Brasile...


...ecco un utile simulatore che permette di vedere sia l'ammontare totale che andrai a pagare, che l'importo della rata e cosa ancora più utile, chi propone il migliore tasso d'interesse mensile tra le banche e le finanziarie.
Usa questo simulatore solo per farti un quadro generale della situazione dei tassi d'interesse in Brasile, non lo prendere alla lettera perché i risultati che mostra sono relativi ai dipendenti del senato federale che hanno a disposizione delle convenzioni con le banche, quindi sicuramente avranno un trattamento migliore.

Per utilizzare il simulatore puoi cliccare QUI

Ciao!

Jacopo

Convertitore di valuta Euro - Real


martedì 29 luglio 2008

Luoghi da visitare in Brasile: Salvador - Bahia


Ecco quelli che, secondo me, sono i luoghi da visitare a Salvador:

- Praça da Sé e Pelourinho (non dare soldi hai bambini che ti chiedono le elemosina, spesso ci comprano la droga con quei soldi, se proprio vuoi aiutarli vai alla lanchonete e compragli un panino, se ti chiedono di comprare il latte non glielo comprare perchè loro lo rivendono e ci ricomprano la droga, qualcuno si avvicinerà per metterti un braccialettino colorato del "Nosso Senhor do Bonfim" ti consiglio uno di indossarlo, magari gli dai 1 real, così se dopo incontri qualcun'altro che vuole appiopparti il solito braccialetto gli fai vedere che già ce l'hai, eviti il rompimento di scatole;

- la chiesa di São Francisco sempre in centro;

- Mercado Modelo, è sempre in centro, basta che prendi l'elevador Lacerda che ti porta nella parte bassa del centro; prova ad usare anche il "Plano Inclinado Gonçalves" (vedi foto post) è un trasporto a cremagliera che porta le persone dalla città bassa a quella altà e ritorno;

- Forte São Marcelo, è un forte in mezzo all'acqua, vicino al Mercado Modelo;

- Ilha de Itaparica, è l'isola davanti a Salvador dentro la Baia de Todos os Santos, ti consiglio di fare il Passeio de barco della baia, puoi trovare informazioni nell'ufficio che si trova nella parte alta dell'elevador Lacerda, all'ingresso;

- Chiesa del "Nosso Senhor do Bonfim", la più amata dai baiani, prendi l'autobus vicino al Mercado Modelo;

- Forte de Monte Serrat e la ponta do Humaitá, vicino alla chiesa do Bonfim;

- Lagoa do Abaeté, si trova a Itapoa, è un po' fuori dal centro.

- Parque Metropolitano de Pituaçu‎, se ti piace la natura e vuoi rilassare un po' ti consiglio di visitarlo, c'è la possibilità di noleggiare la bicicletta e fare 15 km di strada abbastanza semplice immersi nella natura (ci siamo fermati a bere in un "punto di ristoro" durante la passeggiata e le biciclette appoggiate agli alberi si sono riempite di piccole scimmie).

Questi, secondo me, sono i punti principali da visitare a Salvador, qualcosa ho tralasciato o perchè ritengo pericoloso per un turista (Feira de São Joaquim) o perchè penso non ne valga molto la pena (Dique do Tororó), questo non vuol dire che non devi visitarli.





Ciao a presto!

Jacopo


sabato 19 luglio 2008

Vuoi lavorare in Brasile? Scopri i consigli ed i siti che ho selezionato

Qui di seguito troverai la traduzione di parte di un articolo che ho trovato in un sito brasiliano e che da consigli su come uno straniero può trovare lavoro in Brasile:

- Per riuscire a trovare delle opportunità di lavoro in Brasile, lo straniero deve essere in possesso di un visto permanente o comunque in una situazione di legalità. E' importante, oltre parlare in maniera fluente il portoghese, conoscere anche la lingua inglese perché è la seconda lingua più utilizzata nel mondo degli affari in Brasile. Per trovare le offerte di lavoro lo straniero può usare i soliti canali del brasiliano come i siti che pubblicano annunci di lavoro (vedi in basso una selezione di questi siti che io ho fatto).
Un altro punto importante è che gli stranieri devono cercare imprese multinazionali, meglio ancora se queste imprese sono del proprio paese (es. Fiat, Parmalat, Tim), perché le chance di essere chiamato saranno molto maggiori. Per questo è buono cercare le aziende del proprio paese mandare il proprio curriculum e sottolineare la propria origine.
Il più grande vantaggio per uno straniero è di conoscere un altra lingua e in alcuni casi aver fatto corsi differenti rispetto a quelli svolti dai brasiliani.
Per quanto riguarda le sfide che lo straniero deve affrontare ci sono l'adattarsi alla cultura brasiliana e il parlare correttamente la lingua portoghese; i selezionatori percepiscono subito leggendo il curriculum se il candidato sa parlare la lingua bene ed anche chiamandolo al telefono per un colloquio.

L'articolo originale in lingua portoghese lo trovi QUI

Ecco alcuni siti dove potrai trovare annunci di offerte di lavoro per te che desideri andare a vivere in Brasile:

- catho.com.br
- infojobs.com.br
- anunciosbrasil.com.br

Le aziende italiane che hanno filiali ed operano in Brasile le trovi tutte QUI

Spero troverai quello che desideri, buona fortuna!

Jacopo

mercoledì 16 luglio 2008

Meteo e previsioni delle principali città del Brasile

Ecco il meteo e le previsioni del tempo con le temperature minime e massime di Salvador, Porto Seguro, Natal, Fortaleza, Maceiò, Recife, Rio de Janeiro e São Paulo. Ciao! Jacopo















Se guidi in Brasile, devi conoscere la nuova legge anti-alcol: Lei Seca


Se ti piace usare l'auto in Brasile devi fare molta attenzione a quanto bevi perchè dal 19 Giugno è in vigore la legge 11.705/08 soprannominata "Lei Seca" (legge secca).


Se vieni trovato con un tasso alcolico di 0,2mg/l sarai portato al posto di polizia più vicino,verrai denunciato e risponderai criminalmente. La pena varia da sei a tre anni di detenzione anche se c'è la possibilità di rispondere al processo in libertà, pagando una cauzione che va da R$300 a R$1.200.


Ma già con 0,1mg/l nel sangue, la polizia ti accuserà di infrazione gravissima facendoti una multa di R$957,70, sequestro del veicolo, processo amministrativo per la sospensione della patente per un anno e togliendo sette punti dalla patente (non so però come toglieranno i punti agli stranieri).

Quindi attenzione quando gli dai di caipirinha, ciao!

Jacopo

sabato 5 luglio 2008

Brasile: come richiedere il visto di lavoro come lavoratore a contratto


Ecco come richiedere il visto di lavoro come lavoratore a contratto:

TIPO DI VISTO: temporaneo, con validità fino a due anni, prorogabile;
OBBIETTIVO: esercizio di attività remunerata con vincolo di impiego in entità stabilita in Brasile;
TIPO DI AUTORIZZAZIONE: individuale;
RICHIEDENTE: persona giuridica stabilita in Brasile;



DOCUMENTI NECESSARI:

(i documenti prodotti fuori dal Brasile dovranno essere legalizzati presso la rappresentanza diplomatica brasiliana del paese di origine e tradotti presso un traduttore giurato in Brasile)


- "Formulário de Requerimento de Autorização de Trabalho", QUI puoi trovare il formulario per fare la richiesta;
- "Formulário da Requerente e do Candidato", QUI trovi il modello I del formulario;
- Atto legale che rappresenta la persona giuridica (contratto o statuto sociale consolidato e le sue alterazioni) debitamente registrato nella Junta Comercial o in Cartório de Registro Civil. Quando saranno presentate le copie , tutti i fogli devono essere stati autenticati;
- Atto di elezione o di nomina del rappresentante legale della istituzione richiedente, debitamente registrato presso la Junta Comercial o in Cartório de Registro Civil;
- Copia della tessera del CNPJ (Cadastro Nacional de Pessoa Jurídica);
- Procura, con firma riconosciuta, nel caso il richiedente si facesse rappresentare da un procuratore. La copia dovrà esssere stata autenticata;
- Termini di responsabilità dove il richiedente si assume tutte le spese mediche ed ospedaliere dello straniero chiamato durante la permanenza;
- Guia de Recolhimento da União (GRU), ricevuta del pagamento della tassa individuale d'immigrazione per lo straniero ed ogni dipendente legale per un valore di R$ 16,93 (per ogni straniero). QUI puoi riempire la GRU e QUI trovi le istruzioni per riempire in maniera corretta la GRU;
- Indirizzi di tutti i luoghi dove lo straniero presterà servizio;
- Copia leggibile della pagina identificativa del passaporto dello straniero (deve contenere il numero, il nome, data di nascita, nazionalità e fotografia - non è necessario autenticare);
- Comprovante che la remunerazione che sarà pagata allo straniero in Brasile non sarà inferiore alla maggiore remunerazione pagata in Brasile per l'esercizio della solità funzione/attività nell'entità richiedente;
- Comprovante degli studi scolastici e delle qualifiche compatibili con l'attività che verrà svolta. Si dovrà comprovare attraverso la presentazione di diplomi e certificati che attestino le qualifiche;
- Comprovante dell'esperienza professionale compatibile con quella che verrà svolta. Si dovrà comprovare attraverso delle dichiarazioni delle istituzioni nelle quali lo straniero abbia svolto le sue attività;
- Contratto di lavoro con un termine determinato fino a due anni, debitamente firmato dalle due parti, conforme al modello II VEDI QUI .

Ricordati che questa richiesta è il datore di lavoro in Brasile che la dovrà fare.

Ciao a presto!


Jacopo

Brasile: visto di turista e visto di lavoro, le differenze


Apro questo post perchè molte persone mi chiedono se con il visto di turista si può lavorare magari convertendo il suddetto visto con quello per lavoro: no, non è possibile, almeno non in maniera regolare.


Il visto per lavoro è destinato agli stranieri che vanno in Brasile a svolgere la propria attività insieme a ditte brasiliane. L'autorizzazione al lavoro è di competenza del "Ministério do Trabalho e Emprego" (Ministero del lavoro) ed è necessaria per la concessione dei visti ai lavoratori stranieri. Il visto può essere concesso con validità fino a due anni, con la possibilità di prorogarlo per lo stesso periodo e con l'ulteriore possibilità di poterlo trasformare in permanente.


Praticamente l'autorizzazione al lavoro spetta al Ministério do Trabalho su richiesta del Ministério das Relações Exteriores il quale registrerà l'autorizzazione consolare sul passaporto dello straniero che gli permetterà di entrare e rimanere nel paese, chiaramente dopo che lo straniero avrà risposto a tutti i requisiti richiesti dalla vigente legge brasiliana sull'immigrazione.


Su come richiedere il visto di lavoro ne parlerò nel prossimo post.


Ciao!


Jacopo

Come fare il CPF (Cadastro de Pessoas Físicas) in Brasile


Per iscriversi al CPF in Brasile la maniera più veloce è recarsi all'ufficio della Receita Federal con il passaporto e ti verrà rilasciato subito il tuo numero di CPF che, nel caso tu fossi in Brasile con visto di turista, ti sarà fatto con validità sei mesi (a me è stato fatto così). Il costo dovrebbe essere di R$5,50 (almeno così è scritto nel sito della Receita Federal, perchè io non mi ricordavo).


Ciao a presto!


Jacopo

sabato 21 giugno 2008

Brasile: guida del paese disponibile per il download gratuito


Oggi ho deciso di rendere disponibile per il download una guida del Brasile fatta da Unioncamere, per chi vuole avere una panoramica migliore e completa del paese in pochi minuti, non può fare a meno di scaricarlo. Ecco i punti principali che tocca:

- Informazioni generali sul Brasile
- Sistema politico
- Rischio paese
- Congiuntura
- Prospettive future
- Settori produttivi
- Materie prime
- Agricoltura
- Industria
- Servizi
- Infrastrutture
- Turismo
- Scambi con l'estero
- Interscambio
- Privatizzazioni
- Investimenti esteri
- Disciplina doganale
- Principali trattati tra l'Italia ed il Brasile
- Strumenti comunitari di cooperazione
- Progetti multilaterali
- Informazioni di viaggio
- Indirizzi utili

Puoi scaricare la guida con RapidShare o con DivShare



Questa guida sul Brasile è veramente una risorsa utilissima che secondo me vale oro, mi sarebbe piaciuto incontrarla qualche tempo fa perchè da informazioni utili ed allo stesso tempo interessanti.

Un saluto, a presto, CIAO!

Jacopo

(nella foto in alto mio padre in Brasile...si sta rilassando!